Q

Questo è un format che ultimamente leggo spesso su Instagram, e anche se nessuno mi ha mai chiesto di farlo (che brutte persone che siete!) ho deciso di farlo comunque, ma di farlo qui, perché mi piace l’idea che questa cosa resti. Magari facendolo a distanza di tempo, potrai scoprire tante cose su di me oppure osservare insieme a me i miei cambiamenti.

1- Il mio amore per la fotografia arriva dall’infanzia, non da una macchina fotografica però, ma da un cannocchiale.
2- Sono stata un’insegnate di nuoto. Mi piaceva tantissimo ed mi ha dato un sacco di soddisfazioni.
3- Ho iniziato due anni fa un percorso con una psicologa eccezionale e solo ora mi rendo conto di quanto ne avessi bisogno e di quanto mi stia aiutando.
4- Amo leggere, all’inizio non riuscivo a lasciare un libro che non mi piaceva, lo dovevo finire comunque e per forza, ora ho imparato a farlo, se non mi piace ci riprovo qualche mese dopo e vedo come va. Un mio sogno nel cassetto è che una mia fotografia diventi la copertina di un libro!
5- Soffro di vertigini, non è sempre stato così, non so dire quando tutto sia cominciato, ma sto cercando di smettere!
6- Amo tutto ciò che riguarda la cartoleria, prima ero un’ accumulatrice compulsiva, avevo mille quaderni che non volevo usare per non finirli, stessa cosa per le penne; anche in questo caso sto cercando di smettere, ho imparato ad usare tutto! E soprattutto compro solo se necessario!
7- Amo follemente le serie tv e le scelgo solo dalla copertina e dai colori. Poi se la storia proprio non mi piace non la guardo più, ma almeno studio immagini, inquadrature e colori.
8- Ho 38 anni (si lo so, sembro più giovane, grazie!!) e sto imparando adesso chi sono, sto scoprendo ora la mia direzione e i miei punti di forza.
9- Quando finisco un libro mi sembra di dimenticarlo. È una sensazione strana, la testa si svuota, ma so che il libro con tutto ciò che mi ha colpito, resta nella pancia. E poi sottolineo, ma rigorosamente a matita!
10- Ho paura dei ragni… si paura… so che sono piccoli e io sono molto più grande di loro, ma quelle zampette, quei corpicini… brividi, brividi, brividi!

Probabilmente sono cose inutili da sapere queste, probabilmente vorresti sapere altre cose, magari che riguardano il mio lavoro, ma ogni tanto fa bene anche leggere e scrivere cose diverse. È anche vero che non ho mai scritto molto del mio lavoro, o scritto molto in generale, ma forse questo è un modo per me di avvicinarmi piano piano e di abituarmi piano piano a scrivere e a organizzare tutta questa parte di scrittura.
Quindi comincio e basta, senza pensarci troppo.

Per ora tutto, ti auguro una buona giornata!
F.

Comments
Add Your Comment

CLOSE MENU