R

Ri-equilibrare gli spazi intorno a me, per renderli più simili a come sono io ora. Sono cambiata negli ultimi anni, soprattutto da quando ho iniziato a fare la fotografa anche per lavoro, e ultimamente in casa non mi sentivo sempre a mio agio, perché non sentivo la mia impronta, non percepivo la mia energia. Mi siedo, mi guardo intorno e cerco di capire cosa mi disturba, cosa non sento più mio.
Togliere delle cose, aggiungerne altre o semplicemente dargli un posto nuovo, per riuscire a creare uno spazio che mi somigli e che segua i miei cambiamenti. Un posto in cui avere voglia di tornare e in cui rilassarsi davvero.

Come per gli spazi fisici, sto cercando questo equilibrio anche nel lavoro, creare una situazione lavorativa e uno spazio mentale che mi somigli di più, e anche in questo caso che segua i miei cambiamenti.

Equilibrio, uno stato di quiete di un corpo che acquista stabilità, cioè una situazione in cui nessun elemento prevale sugli altri. non so se troverò mai un equilibrio perfetto, e forse non lo voglio neanche, mi basta un equilibrio imperfetto, che ogni tanto vacilla, come i funamboli, in equilibrio su un filo, per raggiungere la propria meta, senza perdere di vista l’obiettivo e guardando sempre avanti.

Un abbraccio virtuale !
Federica

Comments
Add Your Comment

CLOSE MENU