R

Raccontare. Scrivere per raccontare. Un’immagine al giorno e un pensiero al giorno, per ricordare questo momento strano, per lasciare un segno, più per me che per gli altri. Quindi saranno dei pensieri a me per me. Forse non è il modo migliore per cominciare un blog, ma va beh, non voglio lasciarmi condizionare in questo momento.
Siamo in casa da una settimana, che sembra molto di più, il tempo si è dilatato, sto riscoprendo molte cose, ma i primi giorni devo ammetterlo sono stati molto duri, mille pensieri, mille preoccupazioni. Non è che ora io non ne abbia, anzi, ma diciamo che sto cercando di razionarli e quell’ansia che mi prendeva ho iniziato a gestirla. Per questo ho deciso di iniziare questo piccolo diario a distanza di una settimana dal primo vero giorno 1. Dovevo prima capire dentro di me cosa mi stava succedendo.

Io convivo con un essere umano di sesso maschile e tre gatti, in una casa vicino ad un bosco e con un pezzettino di giardino, quindi mi ritengo molto molto fortunata, perché ho spazio per respirare. Le giornate sono lente, sto riscoprendo un sacco di cose, come fare il pane in case e apprezzarne il profumo, sistemare casa ed eliminare tutto il superfluo (in questo ho appena iniziato, e credo ne vedrò delle belle!!). Riprendersi spazio per se stessi, dare un nome e un volto a nuovi progetti, insomma, cercare i lati positivi in tutti questo trambusto. Rendersi conto di quante cose si lasciavano andare per colpa della velocità di una vita che forse ci stava sfuggendo di mano.

L’immagine che ho utilizzato (potete vedere altri scatti QUI) fa parte di un servizio svolto un po’ di tempo fa, un progetto a cui avevo iniziato a lavorare e che spero prenda forma, perché mi gasa tantissimo!! Può essere usato per diversi scopi, visto in mille maniere diverse. Lei è Veronica, una ballerina, abbiamo scelto un’edera per farle danzare insieme, piccoli gesti del corpo e delle mani, un dialogo con se stessi e con la natura, proprio come i piccoli gesti che stiamo riscoprendo in questo momento. Dico abbiamo perché è un progetto a quattro mani, ad aiutarmi ho la mia donna dei fiori!! Non voglio dilungarmi troppo, ma la parola chiave di questo progetto è ESPERIENZA.

Così comincio il primo vero (falso) giorno 1, con queste due parole in testa, PICCOLI GESTI ed ESPERIENZA.

Buona giornata! Un abbraccio virtuale!
Federica

 

Comments
Add Your Comment

CLOSE MENU